Già l’autunno è arrivato qui Germania. O almeno non se n’è mai andato. Dopo un estate praticamente fantasma le prime foglie già si arrendono al vento che soffia sempre più forte in questi giorni. Passeggiare all’aria aperta è tra le attività preferite nel tempo libero tra lз tedeschз. Pioggia, vento o neve nessunə lз ferma. Non sapete ancora dove andare a rilassarvi e connettervi con la natura questo autunno? Avete mai pensato alla Germania? Oltre alle famose città tedesche oggi vi presentiamo la natura del centro Europa.

Moselsteig – Renania e Palatinato

Da Koblenz sino a Trier (Treviri) la Mosella intaglia una delle valli più spettacolari e profitizie della Germania. Il sentiero affianca il fiume per 365 km tra meravigliosi vigneti e anche sinuose. Nelle vicinanze si ponte sospeso di Geierlay lungo 360 m e sospeso 100 m da terra. Lungo la Mosella particolarmente suggestivo è il borgo di Cochem mentre le visuali da Bremm e Pünderich-Zell, non hanno da invidiare a quelle sul Gran Canyon.
Ma tutto lungo la strada borghi e castelli decoreranno un paesaggio già ricco di mille colori in autunno. Primo fra tutti il meraviglioso Eltz Schloss, imperdibile.

Zeigersattel – Baviera

Anche se la regione dell’Allgäu (pronunciato Allgoi) è affollatissima in estate per le persone del luogo rimane l’autunno la stagione in cui dà il meglio di se. La facciata nord della Alpi che interessa il territorio tedesco offre un’incredibile scelta di sentieri, tuttavia la Zeigersattel (letteralmente “sella indicatrice”) ha quel qualcosa in più che vi lascerà a bocca aperta. La vista dalla cima sulle Alpi dell’Allgäu e sulla valle di Oberstdorf è senza paragoni. A 1900 metri troverete la porta della montagna che si affaccia sul Lago Seealp e la vallata di Oytal. Se sarete fortunati potrete pure imbattervi in un’aquila reale sfrecciante nel cielo.

Prälatenweg – Baden Württemberg

Del Lago di Costanza ve ne ho parlato, nello specifico vi racconto oggi della Prälatenweg, una strada sterrata molto semplice che parte dal borgo di Ludwigshafen e arriva potenzialmente senza sosta sino a Bregenz in Austria. Tuttavia se proprio così sportivз non siete vi consiglio di fermarvi a Meersburg, un borgo incantevole. La Basilica di Birnau si innalza ad osservare il lago tra i vigneti, risalite sulla basilica che all’interno è molto più ricca e magnifica di quello che promette l’esterno e godetevi la vista dalla maestosa terrazza.

Lutherweg e Hainich National Park – Turingia

Il castello di Wartburg padroneggia una collina nel limite nord ovest della foresta di Turingia. Il patrimonio mondiale dell’UNESCO è affiancato da una lunga e ramificata serie di sentieri per una distanza di più di 1000km. Dalla città di Eisenach risalite la Mariental anche oltre il famoso punto panoramico sul castello per imbattervi in “Gole del Drago” e “Grotte degli Elfi”. Dall’altro lato della città, il Hainich National Park è un altro patrimonio UNESCO che con le sue antiche faggete regala colori mozzafiato.

Isola di Rügen – Mecklenburg-Vorpommern

Anche dell’Isola di Rügen ve ne abbiamo già parlato qui, l’isola a nord della Germania a un passo dalla Danimarca e dalla Svezia. La parte più bella dell’isola è senz’altro il Jasmund National Park. Arrivate al villaggio di Lohme e percorrete la costa fino a Sassnitz, si tratta di uno dei sentieri più belli sul Mar Baltico. Le coste di gesso bianco e i colori della foresta di betulle in autunno sono qualcosa di unico. Io ho percorso le coste anche dal basso, lungo la spiaggia sassosa, ma forse in autunno vale la pena rimanere nel fitto bosco.

Neustädter Moor – Bassa Sassonia

Non troppo lontano da Hannover tra le pianure si apre la Torbiera di Neustädter. Territorio protetto dal 1969, una volta separato in quattro aree oggi comprende 1479 di suolo continuativi. Sul bordo meridionale della riserva naturale ci sono due torri di osservazione accessibili al pubblico, che offrono una panoramica della brughiera e possono essere utilizzate per osservare in particolare gli uccelli. Per rendere l’idea, il paesaggio in autunno ricorda molto le foto ben più famose che vengono scattate nelle pianure paludose dell’Estonia.

Sächsische Schweiz – Sassonia

Praticamente uno scioglilingua il Sächsische Schweiz Nationalpark si trova poco a nord di Dresden quasi al confine con la Repubblica Ceca. Vi invitiamo ad andare oltre alla frequentatissima zona del Basteibrücke e della fortezza di Königstein e spingervi sino al Schrammsteine e all´Affensteine. Si tratta di due dei percorsi che, partendo dalle anse dell’Elba si inoltrano nel fitto della foresta famosa per le sue formazioni di arenaria e basalto vulcanico.

Teutoburg Wald – Nord Renania-Vestfalia

I sentieri “Hermannsweg” e “Eggeweg” sono certificati dall’associazione escursionistica tedesca e si estendendono attraverso la regione montuosa della Bassa Sassonia. I due tracciati formano l‘Hermannshöhen lungo ben 226 km di sentieri che affianca la bassa catena montuosa. Il sentiero è uno dei “Top Trails of Germany“, uno dei 16 sentieri escursionistici più belli e movimentati del paese e conduce tra palazzi, castelli, monasteri, spettacolari formazioni rocciose, le famose Externsteine ​​e foreste che brillano di colori autunnali.

Berchtesgaden Nationpark – Baviera

Ritorniamo nelle Alpi Bavaresi al confine con l’Austria e Salisburgo nell’unica area protetta tedesca delle Alpi. Una rete diversificata di sentieri escursionistici si estende su circa 210 km quadrati tra Watzmann e Königssee, passando per tradizionali alpeggi e profonde gole. A mio parere la parte più bella si raggiunge risalendo il lungo Königssee fino all’Obersee dove una parete a ferro di cavallo decorata dalla cascata Röthbach si staglierà dinanzi a voi. Il percorso è fattibile a piedi, ma dal villaggio di Königssee potrete accorciarlo sfrecciando in traghetto sul lago. Vale la pena uno stop alla Cappella di St. Bartolomeo e una deviazione alla Eiskapelle (la Cappella del ghiaccio) formazio nel campo di ghiaccio permanente più profondo delle Alpi!

Donauberglandweg – Baden-Württemberg

Il Parco della Valle dell’Alto Danubio va da Immendingen a Sigmaringen ed è un cammino fatto di anse, meandri, gole e formazioni calcaree. Qui il Danubio sfonda la barriera della catena del Giura Svevo, poco dopo Donaueschingen dove si trovano tradizionalmente le sue fonti (anche se i due fiumi che lo compongo risalgono ancora parecchi km). Tra Immendingen e Möhringen si trova l’Affondamento del Danubio (in tedesco “Donauversinkung“), dove le sue acque scompaiono. Qui potreste trovarvi a camminare sul letto prosciugato del fiume più grande d’Europa. Proseguendo il percorso tra le gole carsiche si incontrano i castelli di Bronnen, Wildenstein e Werenwag tutti arroccati sui dirupi affacciati sul Danubio. Un ottimo modo per terminare il percorso è quello di gustarvi un gelato sulle rive del Danubio osservando il magnifico Castello Hohenzollern a Sigmaringen.

Se avete attraversato luoghi meravigliosi di cui non vi abbiamo raccontato, mi raccomando condivideteli ed espandente l’articolo qui sotto!


Condividi questo viaggio con altre persone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *