Inverness, dal gaelico Inbhir Nis “foce del fiume Ness”, sorge sulle sponde del Moray Firth. Se ne ha traccia già prima dell’anno 0 con i Pitti, contesa tra Scozia e Norvegia, venne continuamente saccheggiata dai Lord of the Isles e nel XVIII fu sede della sconfitta della Scozia a favore dell’Inghilterra. Oggi Inverness non dimostra la sua storia travagliata ma anzi è una città progressista e rispettosa dell’ambiente. Un ossimoro se considerato l’amore per le tradizioni e la gelosa conservazione del gaelico scozzese, ma decisamente in linea con gli ultimi risultati elettorali.

Qualsiasi tour che decidiate di fare, organizzato o meno, passerà da qui. La capitale delle Highlands, con 65.000 abitanti, è sia un’ottima base per esplorare la Scozia con gite giornaliere, sia una buona meta di passaggio, spesso veloce nella foga di raggiungere Loch Ness e l’Isola di Skye. In questa guida troverete tutto quello che c’è da sapere su Inverness sia che vi ci troviate in macchina o con i mezzi pubblici.

Cosa fare a Inverness in 2 giorni? – Giorno 1

Con 30 minuti di auto potrete raggiungere la mattina presto Cromarty alla ricerca delle foche e dei delfini: l’alta marea arriva in estate intorno alle 7.30 ed è il momento milgiore per gli avvistamenti. Arrivati al faro bianco andate sulla spiaggia e saprete di essere al posto giusto perchè molta gente sarà già in attesa. Se siete senza auto andate a Culloden con il bus 5 scendendo a Cumberland Stone. Qui conoscerete tutto sulla Battaglia di Culloden, che nel 1745 delineò il destino scozzese, con l’aiuto di una guida e un teatro a 360°. Raggiungibile da qui a piedi Clava Cairns è un sito di tombe dell’età del bronzo da non perdere.

Rilassatevi nel pomeriggio al giardino botanico di Inverness e camminate lungo la Great Glen Way sulle Ness Islands. Al Victorian Market cercate un souvenir o cibo tipico, qui l’offerta rimane più tradizionale rispetto quella del centro. Potete cenare al River House o al Mustard Seed per cibo locale e pesce oppure al Comford Food o Urquhart’s Restaurant per del buon Fish&Chips. 

Cosa fare a Inverness in 2 giorni? – Giorno 2

Il Castello di Urquhart è imperdibile e lo raggiungerete con i bus 917 e 919. Appartenuto al Clan Grant, il castello si affaccia sulle rive del famoso Loch Ness che cupo e profondo riempie il Great Glen: degli scorci mozzafiato.

Sulla via del ritorno scendete qualche fermata prima per dare un’occhiata a Knocknagael Boar Stone, i resti di una scrittura su pietra risalenti ben al 600 a.C. Sul fiume troverete la Inverness Cathedral e il Castello di Inverness. Quest’ultimo risale solo al 1836 ed è sede del Tribunale, per questo se ne possono visitare solo i giardini, oltre alla statua di Flora MacDonald, eroina giacobita. Sempre lungo il fiume si trova la Old High Church con l’antico cimitero. Qui dal 1703 le campane suonano alle 17 segnalando un coprifuoco che oggi, ovviamente, non è più in atto. Non resta che concludere i nostri due giorni alla High Street, la via principale della città, alla caccia del souvenir più simpatico.

Cosa fare a Inverness e dintorni in una settimana?

Se volete rimanere in città più a lungo allora avrete bisogno dell’auto. Qua sotto vi lascio 5 idee per delle gite in giornata che da Inverness vi faranno vivere la Scozia in tutte le sue forme.

Glen Affric e Plodda Falls

A 45 minuti da Inverness, Cannich è il principale centro del Glen Affric. A sud-est la Plodda Falls, alta 46 metri la cascata gode dal 2009 di una piattaforma sulla cima. Fate una passeggiata parcheggiando al Dog Falls Park lungo le rapide e inoltratevi nella foresta caledoniana, oppure oltrepassate il Loch Bein a’Mheadhoin sino al Loch Affric Circuit Park. Da qui si possono intraprendere molte camminate tra cui il giro del Loch Affric (6h per un totale di 18km, 2h in mountain bike). Se siete intraprendenti potete raggiungere la costa Ovest svalicando verso il Glen Shield in 2 giorni e dormendo presso l’isolato Glen Affric Shya oppure proseguendo dalla valle principale arrivere a Morvich in 6h o poco più.

Giro di Loch Ness

Perfetta per le famiglie la giornata parte dall’Urquhart Castle (una perfetta prima fermata se non ancora visto) per proseguire verso Invermoriston; al ponte fermatevi e seguite a piedi il fiume sino alla foce nel lago, qui le rapide e le cascate sono a dir poco affascinanti. Sulla sponda sud, a Fort Augustus visitate il Canale di Caledonia e la Abbey e passeggiate lungo il lago. Se tornare verso Inverness lungo l’altra sponda del lago fermatevi alla Foyers Falls prima di arrivare di nuovo in città.

Fino a Duncansby Head e ritorno

Questo giro è forse il più impegnativo. Fino a Duncasby Head ci vogliono 2h 45 di auto, ma non preoccupatevi le fermate intermedie sono talmente tante che non ve ne accorgerete nemmeno. Il Durnobin Castle, appena dopo Golspie, risale all’800 ed è senza dubbio il più bel maniero del Sutherland: da non perdere! Proseguite e fermatevi a un sito preistorico, la scelta in queste zone è davvero ampia: Menhir, antichi sepolcri e Broch (personalmente consiglio la Hill of Many Stones). Qui le coste sono alte e frastagliate e il meglio si trova presso il Castello Sinclair-Girnigoe, fidatevi non smetterete di osservarlo! Arrivati finalmente a Duncansby Head ammirate i famosi faraglioni e camminate tra le pecore, con il bel tempo scorgerete anche le Isole Orcadi all’orizzonte. Sfruttate il tramonto estivo per spezzare il viaggio del ritorno: le rovine del Old Castle of Wick, Wick stessa o le Whaligoe Step, sono solo alcune idee.

Cairngorms National Park

Al Rothiemurchus Centre potrete ritirare una mappa con più di 50km di sentieri che si diramano per il parco. Vi consiglio il Loch Morich, che potrete circumnavigare facilmente in un ora, qui spiagge si intervallano alla classica foresta caledoniana. Usufruite della seggiovia che vi porta in cima al Cairn Gorm (1245m) per godere di un bellissimo paesaggio e camminare in alta montagna (per gli standard scozzesi). Fattibilissimo anche in famiglia.

Elgin e la distilleria di Dufftown

Da Inverness fermatevi a Fort George, la fortificazione stabilita dagli inglesi nel 1748 dopo la Battaglia di Culloden. Gustati i giardini del Cawdor Castle prima di andare verso Elgin ad ammirare le bellissime rovine della cattedrale. Il villaggio di Dufftown, poco oltre, è famoso per la sua produzione di Whisky. Fermatevi alla Balvenie Distillery o alla più famosa Glenfiddich Distillery e fate una visita con degustazione di alcuni tra i più pregiati Whisky della Scozia.


Condividi questo viaggio con altre persone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *