Tallinn ha acquisito la reputazione di essere infestata da fantasmi che si sono profondamente radicati nella cultura locale.

Con le sue guglie gotiche, gli antichi bastioni e i pittoreschi caffè all’aperto, Tallinn è una destinazione affascinante da visitare di giorno, bella come qualsiasi fiaba. Tuttavia, quando il sole tramonta e le ombre ricadono sulle strade tortuose e acciottolate, viene rivelato un lato oscuro di questo patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Con una storia complessa tra episodi di guerra, peste e altri eventi tragici, non sorprende che alcuni ricordi infelici persistano negli angoli nascosti della capitale estone. Tallinn è piena di segreti, scoprili con noi!

Scorcio della città vecchia di Tallinn dove dovrebbe esserci la maggiore concentrazione di fantasmi.

I luoghi infestati di Tallinn

La città vecchia

Il luogo più spaventoso è senz’altro la parte alta della città vecchia. Pochissime persone vivono in questa zona, quindi il silenzio di notte è denso. Anche il più piccolo clic, graffio o fischio del vento permea l’atmosfera. Le strade strette e le finestre oscure giocano brutti scherzi alla mente mentre ti insinui nel silenzio palpabile. Dalle storie agghiaccianti medievali alle novelle più moderne, qui ogni edificio, via e torre ne possiede una.

The Danish King’s Garden

Questo tranquillo giardino nel centro storico è un luogo piacevole dove trascorrere un po’ di tempo in una giornata di sole. Tuttavia è impossibile non notare le tre statue nere incappucciate, che dovrebbero essere monaci raccapriccianti. Pare che siano state ispirate dai molti monaci che si dice perseguitano queste zone. Non a caso il compito del Shortleg Gate, il passaggio sotto la torre che collega l’alta zona ricca della città con quella più povera, era quello di tenere fuori i fantasmi insieme alle prostitute e ai poveri.

Dalla fine del XVIII secolo, quando le torri del giardino iniziarono a essere convertite ad abitazioni aumentarono gli avvistamenti paranormali. Sulla base di queste storie, questa zona sarebbe il luogo più infestato della città. Tall Tower ha le più antiche storie di fantasmi, ma Shortleg Tower ha gli avvistamenti più frequenti. Il fantasma più popolare era un monaco o più monaci alla volta. Di solito, il monaco appare come una gigantesca figura di luce e altre volte come fornitore di messaggi ammonitori o stimolanti. L’ultima volta che fu visto il monaco fu a metà degli anni ’80 durante i giorni della Città Vecchia, quando i polacchi stavano restaurando la forma medievale della torre.

Perchè ci sono così tanti fantasmi a Tallinn?

Come molte città storiche ben conservate, Tallinn offre un palcoscenico perfetto per un ritrovo post mortem. Probabilmente questo scenario, l’oscurità e il crepuscolo presenti per così tanti mesi l’anno, combinati con le case medievali, le atmosfere gotiche, le strette strade di ciottoli e l’aspetto e i suoni della città a tarda notte, quando non ci sono molte persone in giro, solletica l’immaginazione. C’è anche da dire che gli estoni non sono persone molto religiose, ma sono in qualche modo superstiziosi. Combina queste tendenze superstiziose con inverni lunghi e bui, vecchie case scricchiolanti e una forte aderenza alla mitologia e non sorprende che molte persone affermino di aver visto o sentito fantasmi

I fantasmi dei morti di Tallinn sono espressi anche sulle pareti.

Tallinn risultata infestata da secoli, negli anni si sono accumulate le storie sui fantasmi e spiriti, tanto da poterne aprire una rubbrica. Se ti piacciono le storie esoteriche e la mitologia estone scrivici un commento, sarò felice di approfondire l’argomento.


Condividi questo viaggio con altre persone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *