La cosa bella degli stati piccoli è che si può davvero usare la capitale come base per visitare tutto il paese. Bhè, nel caso dell’Estonia non è proprio così, ma con queste 5 idee per godervi delle giornate fuori Tallinn vi assicuro che avrete più che un assaggio su quello che il paese Baltico ha da offrire. Se volete passare una settimana in Estonia, senza affittare un auto, questo articolo fa per voi!

Narva

Narva con poco più di 55 mila abitanti sul lato Estone, è la terza città più grande del paese. Andare a tornare da Narva in giornata può essere davvero impegnativo: ci vogliono infatti 3h 15 di bus. Le migliori offerte le avete con LuxExpress.

L’architettura, con i tipici “Khrushchyovka“, mette in chiaro il forte impatto Russo. Impossibile da non vedere, il Castello, diviso in due dal Fiume Narva che segna il confine tra Estonia e Russia è il fulcro della città. Sul lato Estone si situa la costruzione più antica, fondata nel 1256 dai Danesi. La parte Russa venne costruita nel 1492 da Ivangorod Fortress. Se passeggiate lungo il lido nelle vicinanze del castello in estate, penserete per un momento di essere al mare!

Per un pranzo veloce ed economico fermatevi da Petchki-Lavotchki o da Kohvik, oppure in uno dei caffè che incontrate lungo la strada principale.

Rientrando verso il centro, poco dopo la statua di Lenin, svoltate a destra verso la Narva Town Hall. Questo palazzo del XVII conserva le poche reminiscenze barocche della città in contrasto con i dintorni poveri e dall’architettura sovietico-staliniana. Tra le chiese la Narva Icon for Our Lady Church e la The Jesus Resurrection valgono la pena di una visita prima di ripartire verso Tallin.

Lahemaa Rahvuspark

Arrivare qui senza auto è un pochino complicato, ma non impossibile. Da Balti jaam 5 di fronte alla stazione dei treni principale prendete il bus 270 e scendete a Loksa Tee.

Da qui ci siamo incamminati sulle assi di legno verso le Viru raba vaatetorn, che altro non sono che le paludi e torbiere simbolo dell’Estonia. Noi siamo stati qui a fine Ottobre, il periodo migliore: le paludi danno il meglio di sè tinteggiandosi di mille sfumature.

Riprendiamo poi il 270 (ma va bene anche il 151) e scendiamo a Luha. Da qui una camminata di 50 minuti ci porta alla Vasaristi Juga, una piccola cascata che ci guiderà sino alle rovine sovietiche di Nõmmeveski. Ci tenevamo a venire qui perchè amiamo le rovine e queste in particolare sono spettacolari: la natura ingloba e divora le vecchie costruzioni, arrugginisce l’acciaio e abbatte i muretti. Facciamo altri 6 km nel bosco e spuntiamo a sud alla fermata Valgejõe da dove prendiamo il bus 61 per ritornare a Tallinn.

View this post on Instagram

#autumn in #Estonia #travel #naturephotography

A post shared by Andrèe (@laekna_sarin) on

Haapsalu 

Visitare Haapsalu è molto semplice con bus LuxExpress o quelli statali che hanno lo stesso prezzo. Appena arrivati esplorate la vecchia stazione dei treni. Sul retro c’è un museo a cielo aperto con le antiche locomotive e carrozze in libera esposizione. Il centro della città è predominato dalle rovine del Castello e la chiesa del XIII secolo. Davvero carina anche la promenade che compie un cerchio intorno a un laghetto interno.

Il vero motivo per cui abbiamo deciso di venire ad Haapsalu sono le Fra Mare Thalasso Spa. Haapsalu è infatti conosciuta in tutta l’Estonia per le proprietà dei fanghi di queste zone. La SPA è una delle migliori della zona e nella Top 10 in tutta la nazione. Ma di questo ve ne ho parlato meglio nell’articolo che vi lascio qui sotto!

Saula e Viking Village

Questa gita, fattibile anche in mezza giornata, è perfetta se siete in famiglia con bambini. Prendendo dalla stazione di Tallinn il Bus 138 potete scendere a Saula. Nelle vicinanze ci sono due attrazioni che potete visitare. La prima il villaggio dei Vikingi, un parco avventura a tema, la seconda è la Saula Siniallikad. Nel bosco 3 fonti d’acqua di colore differente (verde marino, grigio e marrone scuro) si uniscono sfociando nel fiume Pirita dando vita ad un colorato spettacolo naturale.

Isola di Prangli 

Se vi trovate in Estonia da Aprile a Settembre impossibile non dedicare una giornata alle Isole del Golfo di Finlandia. Potete organizzare la giornata da soli oppure con l’aiuto di un tour organizzato prenotabile online o direttamente a Tallinn al centro turisti. Vi lascio qui e qui i siti attendibili a riguardo.

Se invece volete cavarvela da soli non ci sono problemi: prendete un Taxi da Tallinn a Leppneeme sadam (25min). Ci arrivate anche con i mezzi pubblici (bus 114 o 174 da Balti jaam o 1A dalla stazione sotterranea di Viru Keskus fino al capolinea e poi V2 o V6 o V74) ma ci vorrà molto di più. Al porto di Leppneeme cercate i traghetti Wrangö che con 6€ vi portano a Prangli.

Prangli è l’unica isola del Golfo di Finlandia ad essere permanentemente abitata. L’isola, di 23km2, è stata fino al XVII secolo sotto governo Svedese e accoglie oggi 151 abitanti. Visitate la chiesa, il Punane Kivi, la grossa roccia di origine glaciale, l’antico estrattore di Gas e lasciatevi incantare dagli antichi villaggi di pescatori. All’antico memoriale di Eestirand ripassate la II Guerra Mondiale attraverso la storia della nave omonima affondata nelle vicinanze dell’isola. Fermatevi a mangiare al Prangli Saare-Restorant e godetevi la vista mare, prima di fare una passeggiata digestiva verso la spettacolare Baia dall’altro lato dell’isola.


Condividi questo viaggio con altre persone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *